Maestro del trading FX

stati Uniti
Selettori generici
Solo corrispondenze esatte
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Advanced Applications in Wave Analysis The Definite Guide Featured Image

Applicazioni avanzate nell'analisi delle onde: la guida definitiva

L'analisi delle onde è una forma ideale di analisi tecnica utilizzata dai trader finanziari per analizzare i cicli del mercato finanziario e stimare le tendenze del mercato, osservando la psicologia degli investitori, le fluttuazioni dei prezzi e altri fattori comuni.

Elliot ha scoperto che c'è uno schema ripetitivo nel mercato. Ha anche notato che un modello ripetitivo simile è presente per tutto il periodo di tempo. Elliot divise questi grandi schemi in schemi più piccoli, che chiamò onde.

Il maggior successo di questa idea risiede nella capacità del trader di dividere il movimento del prezzo in trend e correzione.

  • Tendenza: Il trend mostra la direzione principale in cui si muovono i prezzi.
  • Correzione: Film contro tendenza

Utilizzando la teoria delle onde di Elliott, è possibile trarre profitto dal modello d'onda del mercato azionario. Ciò indica che il movimento del prezzo delle azioni può essere previsto perché si muovono in modelli ricorrenti su e giù chiamati onde. Questo modello ricorrente di prezzo si verifica a causa della psicologia dell'investitore.

La teoria distingue diversi tipi di onde; sono:

  • Onda di impulso o motivo: L'onda si muove nella direzione del trend.
  • Onda correttiva: L'onda che si muove nella direzione opposta al trend è un'onda correttiva.

Ci sono due fasi della teoria delle onde di Elliot.

  • Fase 1 o fase dell'impulso o del motivo: Questa fase consiste di cinque onde: tre onde di tendenza e due onde correttive. Questa raccolta di tre onde di tendenza viene definita onda di impulso e rimangono due onde di correzione denominate onda correttiva. Qui le onde di tendenza o l'onda di impulso appaiono più lunghe delle onde correttive come da osservazione
  • Fase due o fase correttiva: Questa fase consiste di tre onde: un'onda di tendenza e due onde correttive. Qui le onde correttive sembrano essere più lunghe.

Questa raccolta di 8 onde è chiamata 5-3 mosse. E ogni fase dell'onda può agire come un'onda di tendenza e un'onda correttiva. Questo modello può essere visto nei diversi intervalli di tempo come 5-8 mosse.

Idealmente, puoi identificare modelli più piccoli all'interno di un modello più grande e lo stesso altrimenti. Elliott Waves sono come un pezzo di cavolfiore, dove il pezzo più corto sembra il pezzo grande se rotto dalla parte più grande. Queste informazioni (su modelli più piccoli che si adattano a modelli più grandi), collegati ai collegamenti della sequenza di Fibonacci tra le onde, consentono ai trader un nuovo livello di aspettativa e previsione quando cercano e identificano opportunità di trading con rapporti rischio/rendimento stabili.

È soggettivo; non tutti i trader valutano la teoria allo stesso modo o accettano una strategia di trading prospera. L'intero concetto di analisi delle onde in sé non si bilancia con una formazione standard, in cui si seguono le istruzioni, a differenza della maggior parte delle altre formazioni di prezzo. L'analisi delle onde suggerisce approfondimenti sulle dinamiche di tendenza e ti aiuta a comprendere il movimento del prezzo in uno schema profondo.

Regole di base aggiuntive nell'analisi delle onde: le linee guida avanzate

Poiché abbiamo imparato a identificare e calcolare le onde che coprono i capitoli vitali nel processo di analisi delle onde dalle informazioni di cui sopra, ora spiegheremo un nuovo sistema per fare un'analogia dell'onda. Quindi, ecco le regole di base aggiuntive per l'analisi delle onde:

Regola del tempo

Le regole del tempo sono un fattore vitale quando l'analista dell'onda analizza il mondo degli investimenti. Secondo la teoria di Elliott sull'onda, s in prezzo, tempo le due onde non estese tendono ad essere simili, o entrambe in una struttura impulsiva. Lo schema a zig-zag con le sue onde C e A sono simili tra loro per il tempo Nelle onde correttive.

In termini più semplici, la regola del tempo dimostra che nello stesso grado non possono esserci tre onde adiacenti equivalenti o simili nel tempo in uno schema simultaneo.

La regola della tangenza

Questa regola aiuta gli analisti delle onde nel processo di identificazione delle onde correttive e impulsive. La regola della tangenza conferma che in uno schema a cinque segmenti, verranno toccati contemporaneamente solo quattro movimenti interni. Questa regola si applica ai formati triangolari e impulsivi delle onde.

Un'osservazione importante nella regola del tempo

  • Se le prime due sezioni sono identiche a un modello, in termini di tempo e prezzo o entrambi, la terza sezione sarà diversa. La teoria suggerisce che la terza mossa supererà la sommatoria della seconda e della prima sezione.
  • Se la seconda sezione scade oltre il movimento della prima, la terza sezione sarà 61.8% o 161.8% relativa al primo posto di spostamento.
  • In termini di tempo, se nessuna delle onde combacia, allora il rapporto di Fibonacci potrebbe essere aggiustato con queste

Ecco quindi la rappresentazione di due regole standard di analisi avanzata delle onde. La prima regola ricorda un allungamento del processo di canalizzazione. L'uso di fornisce una visualizzazione insieme a un approccio obiettivo all'analista delle onde per determinare quale tipo di accordo potrebbe organizzare l'azione del prezzo.

La seconda regola rappresenta una guida attraverso la quale un analista d'onda può prevedere la prossima rotta del mercato.

Analisi delle onde correttive complesse: le linee guida definitive

Questa è la parte più impegnativa dell'intera teoria delle onde di Elliott. Le regole e i tipi di onde impulsive sono semplici e facili da capire, ma le correzioni complesse sono uniche. C'è un metodo logico da usare quando ci si avvicina a una correzione complessa e si dovrebbe iniziare con il principio di base. Il punto di partenza dovrebbe essere il fatto che una correzione complessa è formata da varie correzioni semplici. Se le correzioni semplici sono zig-zag, piatti e triangoli, significa che una correzione complessa è derivata dalle variazioni di questi semplici correttivi onde.

Elliott scoprì che la correzione complessa non poteva avere più di tre semplici correzioni di grado inferiore. E questa caratteristica dell'onda di correzione stava limitando le possibilità di tali correzioni. Utilizzando le probabilità, combinando zig-zag, appartamenti e triangoli, non era possibile formare una correzione complessa. Tuttavia, mancava qualcosa. Come combiniamo tali modelli per formare correzioni complesse?

L'anello mancante è chiamato onda x. L'onda X è un'onda intermedia che arriva e collega due o tre semplici correzioni che formano un'onda di correzione complessa. Un'onda x è invariabilmente un'onda correttiva di grado inferiore. Contiene la chiave per creare correttamente un'onda di correzione completa e complessa.

Un esempio di un'onda di correzione complessa è un'onda a zig-zag con un'onda x attaccata a un'onda piatta. Questa complessa correzione di cui sopra ha la seguente struttura: punto ab–c dell'onda a zig-zag– attaccato all'onda x, che si è connesso al punto – a–b–c onda piatta. In questa formazione, le onde a e c della prima onda di correzione sono onde impulsive e l'onda b è un'onda correttiva. L'onda x è una correzione semplice o complessa. Nel punto a-b-c dell'onda piatta o della seconda onda, l'onda b è un'onda impulsiva e le altre due onde a e b sono onde di correzione.

Come l'onda piatta a zig-zag, ci sono più esempi, come una doppia onda a zig-zag in cui due onde a zig-zag sono collegate con tre onde interne. E questi modelli possono andare avanti come onde triple a zig-zag o onde piatte a doppio zig-zag o estese.

it_ITItaliano